Tutte le qualità degli imballaggi americani in cartone ondulato

Imballaggi e packaging, quali sono le differenze?

Nel linguaggio corrente, i termini “imballaggi e packaging” vengono utilizzati quasi come sinonimi.

Il pubblico fa difficoltà a distinguere il packaging (progettato per valorizzare un prodotto), dagli imballaggi (pensati per proteggere la merce in magazzino e durante il trasporto), eppure si tratta di due elementi ben distinti, disciplinati da normative e leggi molto diverse.

Differenza tra Imballaggi e packaging

Imballaggi e packaging si distinguono sia sul piano estetico che su quello funzionale.

Lo scopo principale del packaging è quello di mettere in evidenza il prodotto, trasmettere la sua immagine commerciale ed attirare l’attenzione del consumatore. Questo non significa che il packaging non debba svolgere anche una funzione protettiva, ma quando viene progettato, i materiali, le forme ed i colori vengono accuratamente scelti in virtù del design e del valore estetico. Questi elementi vengono poi fatti conciliare con le esigenze logistiche del prodotto e con gli obblighi di legge, che definiscono le caratteristiche necessarie della confezione affinché ne sia permessa la vendita.

Gli imballaggi vengono scelti con lo scopo di proteggere la merce e preservarne le qualità, ma (esattamente come per il packaging) questo non significa necessariamente che non possano svolgere anche altre funzioni. Vediamo più nel dettaglio le diverse categorie di imballaggio e come vengono classificati dalle normative in vigore:

Imballaggio Primario

Viene utilizzato per distinguere e proteggere le singole unità di vendita (un pacco di spaghetti, un barattolo di marmellata ecc…). Poiché gli imballaggi primari entrano in contatto diretto con il prodotto, i materiali con cui vengono realizzati sono attentamente regolamentati dalle normative in vigore.

Imballaggio Secondario

Raggruppa le singole unità di vendita affinché sia più facile trasportarle ed è possibile rimuoverlo senza danneggiare o esporre il suo contenuto. Gli imballaggi secondari vengono utilizzati anche per definire le confezioni multiple (buste dell’acqua, confezioni di yogurt ecc…) e per ridurre i costi di trasporto.

Imballaggio Terziario

Utilizzato soprattutto nell’ambito della logistica, protegge e raggruppa i lotti del prodotto e viene rimosso prima della vendita. Scatole americane in cartone ondulato, imballi sagomati e pallet in legno sono considerati imballaggi terziari.

Per ulteriori informazioni in merito imballaggi e packaging, come sempre, vi invitiamo a contattarci, il nostro staff sarà a vostra completa disposizione.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *